Sabella presenta il suo nuovo libro a IntelligoNews.it

Il direttore di THINK-IN intervistato da IntelligoNews.it presenta Rivoluzione Metalmeccanica - 29/05/2017 , di Micaela Del Monte - IntelligoNews.it
I metalmeccanici, Marchionne e il caso Fiat. E ora il rinnovo del contratto nazionale. Sono questi gli argomenti del nuovo libro di Giuseppe Sabella "Rivoluzione metalmeccanica - dal caso Fiat al rinnovo unitario del contratto nazionale" (Guerini e Associati 2017), presentato la scorsa settimana a Roma insieme agli autori delle postfazioni: Marco Bentivogli (Segretario Generale dei metalmeccanici Cisl) e Fabio Storchi (Presidente di Federmeccanica-Confindustria). Intelligonews ha sentito Sabella, direttore di Think-in, per sapere da lui in cosa consiste questa rivoluzione.
 
Direttore, è così importante questo rinnovo contrattuale?
Si, lo è. Anche se io parlo di rivoluzione dal caso Fiat ad oggi, a questo contratto.
 
E in cosa consiste questa rivoluzione?
Consiste nell'aver attribuito in modo definitivo, dopo anni di incertezze, un valore nuovo ai salari e allo stesso valore dell'impresa. Se, come ne risulta dal caso Fiat, la ricchezza si distribuisce laddove e quando prodotta, allora il salario non è più una variabile indipendente. E l'impresa stessa diventa luogo di partecipazione al lavoro. Tutti hanno interesse, a questo punto, che l'impresa vada bene.
 
Ed è una novità tale da parlare di rivoluzione?
Non è un mistero che nel nostro paese si sia registrata un'alta conflittualità tra impresa e lavoro e che, proprio nel settore metalmeccanico, si siano rilevati i picchi più alti di questa tensione. È vero per molti ambienti della nostra economia non c'è nessuna novità, c'è sempre stata partecipazione e da sempre si contratta al secondo livello, cioè in azienda. Ma che Landini e la Fiom firmino un rinnovo contrattuale come questo, significa che quella parte di sindacato che più ha resistito al cambiamento oggi lo accoglie, ponendosi inoltre su posizioni molto innovative.
 
Perché tra i sindacalisti ha scelto Bentivogli per la postfazione?
È piuttosto evidente che da quando Bentivogli è Segretario Generale dei metalmeccanici della Cisl, nel settore siano cambiati i rapporti. Parliamo di relazioni industriali, ma pur sempre di relazioni. Bentivogli è il fattore nuovo che ha generato rapporti diversi tra le sigle, mi riferisco in particolare alla Fiom che fino a ieri non firmava i rinnovi dei contratti nazionali. Bentivogli non solo guida un sindacato che si sta innovando molto, ma è stato capace di facilitare il rientro della Fiom e di Landini oltre che di rafforzare il rapporto con la Uilm di Palombella. Come dice Dario Di Vico, vedremo quale sarà il futuro del "Trio Metal" (Bentivogli, Landini, Palombella). Per il momento bisogna battere le mani.